sabato 28 gennaio 2017

HABEMUS polpettone la mia prima sfida scrap

Allora allora come inizio ???
In primis con un po'  di vergogna, perché il risultato finale mi appare un po' buffo, ma almeno parla di me, venendo al dunque decido di partecipare alla mia prima sfida Scrap Dreams  già la parola "tanta paura" non mi riesce per natura guardare gli altri lavori e cercare una linea logica, ho cercato di ispirarmi dando occhiate qua e là,  sono partita timbrando un pezzo di teletta pensando che come stickers potessero andar bene ...poi mi son detta no no no,,, cos'è uno stickers lo sai? quindi li procuri e ci provi ....mando mio marito in cartoleria e mi ritrivo una mini fattoria eccomi qui a provare, un po' come buttarsi da un ponte e cadere illesi in piedi,per capirci meglio 
La sfida prevede l'uso di determinati elementi vedi nella foto l'elenco, se ne potevano usare due, tre o tutti e quattro 


Anche con gli scatti non sono un genio sempre carenza di luce, di seguito metto alcune immagini dei particolari del quadretto scrap tipo mix media o polpettone per chi preferisce 


MOoo Muuuu mucca io  
Colori e etichette  flou 

Potevano mancare le ciliegie anzi i tessutini rosa riciclati da una cartella di rappresentanza
Cosa centrano con lo scrap? ? 
Bhoooo

Foto dei preparativi scrapposi 



Qui finisce il mio polpettone personale e sfida scrap, spero almeno di essere riuscita a strapparvi una sana risata o un sorriso, per me sarebbe già una vittoria 
Un grazie particolarmente e affettuoso ad Anna Drai, paziente, disponibile e di una gentilezza fuori dalla norma
Ed ora corro a cucinare alla family ruspante alla prossima se vorrete 
ANNA GRAZIE 

Non rileggo scusate sono di corsaaa un ciao da me e la mia farm

ultimo clic 
Ciaooo



sabato 14 gennaio 2017

Mostrilla PoiS e FioRi


Mostrilla delle mie BRAME finalmente anch'io come tante fate creative mi sono cimentata a cucirne una tutta per me, ovviamente  sono partita dalle gambe, per avvicinarmi in punta di piedi a questo progetto (non nasco sarta, ma bensì decoratrice,  amante dei pennelli tempere, pastelli e tutto ciò che è colore)



Da sempre i mei soggetti preferiti da disegnare sono stati i fiori, poi ricordo che riempivo qualsiasi pezzo di carta con pallini pois e tutto ciò che era tondeggiante, non sono mai stata appassionata di geometria quindi raramente disegnavo quadrati o rettangoli perfetti, mentre i CERCHI mi hanno sempre appassionata,  da qui la scelta della Mostrilla fiori e cerchietti 


La facciona con un occhio tondo e uno a fiore 
La fascetta sulla fronte di passamaneria a........fiorellini ....i capelli iii? ?? Cerchi e fiori, le orecchie? Niente orecchie lei non sente, da solo emozioni di colori a chi la guarda  

UN SORRISO ONDULATO appena accennato è  sempre una Mostrilla e un po' paura deve pur fare 

Dilemma sul fare o no le braccia 
Ok braccia fatte, per manine un cerchio e l'altra fiore (ora come le cucio che ho già chiuso definitivamente il corpo ???))
 

Il problema decido di risolverlo creando sul retro una fascia di tessuto dove applico la scritta del mio blog e le braccine e poi cucio tutto a mano 


Eccola assemblata e appoggiata sulla credenza vicino al #banchettomiobello, devo dirmi abbastanza soddisfatta nonostante i problemi incontrati con le due macchine da cucire, comunque con ago e filo e buona volontà è  stata portata a termine come mi ero prefissata quindi FELICE IO 



Qualche clic finale dove si vedono le gambe lunghe e snelle, un sogno, visto le mie prosciuttose 



Qui vicino a Baddy peluche



E quiiiiiii c'è il mio Mostrillo più bello più dolce che da un senso alle mie giornate passeggiando con lui 
"BADDY"

ANCH'IO HO LA MIA MOSTRILLA, MA POSSO ESSERE FELICE COME UNA BIMBA PER QUESTO ???? 
CERTO CHE SIIIIIIII
Tantiii ciao a chi passa di qua 

giovedì 8 dicembre 2016

Pigotta pigrotta

Il tutto comincia dai miei pannolenci e ritagli che mai butto via  
A volte mi capita di guardare e ammirare le dolls delle creative sparse sul web, ma mai e poi mi è  venuto in mente di cucirne una
Un po' perché lo trovavo un lavoro lungo e impegnativo, un po' perché non volevo seguire i soliti schemi dei vari corpicini, le misure super perfette e tutti quei dettagli e cuciture straprecise che non mi si addicono, non che non ne sia capace, ma dopo un po' mi tolgono la poesia  e le cose perfettine evidentemente non fanno sempre al caso mio 

Inizio col ritagliare due gambette con la macchina da cucire cucciola, che cuce un po' dove vuole lei, andare dritto è  un sogno, ma ci provo 
Con il pannolencio verde inglese abbozzo un vestitino a trapezio, prima troppo lungo e poi taglia di qui e taglia di lì è uscita una minigonna 

Con il coperchio della zuccheriera ho segnato e ritagliato con le forbici la faccina, le le braccia ad occhio, non cucite all'interno dell'abitino perché ormai era già fatto, ma appoggiate e cucite sul retro dove poi ho ritagliato gli avanzi per non risultare delle braccine con ali 

Le scarpette cucite a zigo Zago  


Alcuni accessori: la taschina davanti da applicare sul vestitino,  la cuffietta all'uncinetto su misura con pomponcino  (ma perché l'arancione che non amo è  sempre in giro ?) forse il destino vuole così, almeno non rischio i super abbinamenti scontati e wauuuu,così si spezza un po' il tutto come piace a me 
Prove dei vestimenti 

Cappellino puntato, pomponcino pure e taschina anche 

Un po' di makeup che non guasta, forse troppo fard, ma dopo si provvede a rimuoverne pochino, gli occhi ?? la mia matita sotto e una lacrima di colla sopra, vi assicuro che gli occhietti brillano 

Eccola la pigrotta con tanto di lucine vi piace? a me, si siiii

Carrellata di foto finish e sfilata,  le trecciolone si possono trasformare in chignon 
 
Vi sto per salutare e spegnere le lucine 


E con l'ultimo primo piano vi saluto con affetto spero vi sia piaciuta la pigotta a modo mio, di pigrotta ci son già io, ma questa volta mi sono impegnata pochino pochino 
Alla prossima se vorrete 
Tanti ma tanti 
Ciaooooo

venerdì 8 luglio 2016

Tuffo in mare e soffio di talco


Rieccomi 
Il caldo impedisce il fluire giusto delle parole quindi vi lascio solo delle immagini
Che vi facciano ricordare una giornata di mare e al rientro una doccia rigenerante al soffio di talco, un caffè o The freddo e una piacevole serata rilassante 


Un drimer per forare le conchiglie, un contenitore di bagnoschiuma, un legno o bambù per sorreggere la tendina o campanelli del vento e del cordino  e il gioco è fatto
  





E con l'ultimo scatto vi saluto, mi tuffo in doccia e preparo la cena (anzi mi sono portata avanti ) 


Una fresca frisella con pomodorini olio extra vergine e basilico 
Ciaooooooo ma tanti ciaooooo
Monicuz

mercoledì 6 luglio 2016

Le conchiglie adriatiche


Camminando per la spiaggia mi piace raccogliere conchiglie poi le metto in vasi di vetro e le etichetto con il nome del luogo dove sono stata 


Non amo particolarmente usarle ma a sto giro vuoi la noia o forse ne avevo davvero troppe, ho deciso di fare un lavoretto che mi impegnasse un pomeriggio 
Quindi via alla scelta dell'oggetto 




Ho deciso di usare una bottiglia di un limoncello regalatoci  in occasione di un compleanno
OCCORRENTE : bottiglia o qualcosa a piacere 
Carta scottex
Colla vinavil
Colla a caldo per chi preferisce in quando è  più rapida ma attente agli odiosi fili che si formano 
Dello spago grande che avevo in casa 


Iniziate a pulire e scegliere le conchiglie che penserete di usare, poi il primo passaggio e fare una parte di vinavil e una di acqua e iniziate a ricoprire la bottiglia con carta scottex e colla, lasciate asciugare bene
E poi procedete con le prove di assemblaggio
 

Qui ho iniziate con le chiocciole  e conchiglie sul collo e alla base della bottiglia ho messo del cordone 


Fiore semplicissimo 



La parte del collo ho deciso di inserire la retina dell' aglio in modo da poter essere presa con la mano per gli spostamenti, inoltre un tocco di colore forte che mi ricorda l'aragosta gnammmm che buona 
Il tappo era del vino l'ho ricoperto alla meglio anche lui con conchigliette  si può rimuovere per inserire una candela, un fiore o tutto ciò che la fantasia vi suggerisce 


Qui ho inserito due radici erose dal mare e uno spiedino di cuoricini fatto con le bucce d'arancia quest'inverno 

Con i tappi dei detersivi 


Con una candeline appoggiata 


Oppure un sasso dipinto a coccinella 


Un ramo, un spegni candela e un libro vicino 

E per ultimo con un passerotto opaco in gesso e il solito ramo ritrovato sulla spiaggia 
Spero vi sia piaciuta l'idea il materiale è  felicemente reperibile a costo zero 
Vi auguro a tutti un meritato relax una vacanza da ricordare, ma soprattutto ciò che desiderate e che vi renda felici 
Anche solo per un 
Attimo 
Monica
(Come al solito non rileggo quindi errori concessi ))